“Crederci e altri sport estremi”. Il nuovo libro di Giovanni Giaccone

 In Cultura

“Il tempo passa e dispone le cose secondo un misterioso criterio che io non capisco e non trovo più un cazzo”.

Ogni libro ha un carattere distintivo: è espressione della cultura, dello spirito e del sentire del suo autore. 
Questo appare con maggiore chiarezza per alcuni, quelli cioè che hanno la capacità di piegare il linguaggio alla trattazione di argomenti estremi, al limite dell’assurdo, ed essere comunque convincenti. 

L’ultimo libro di Giovanni Giaccone, “Crederci e altri sport estremi”, è proprio così: duttile, a volte terra terra, sa comunicare in forma immediata una realtà nella quale tutti si possono riconoscere, un quotidiano molto simile al vero dove le parole sfiorano il troppo consueto ma riescono a estraniarsene, a trasferirsi in una lontananza così inimmaginabile da provocare quel godimento che si esprime nella risata: “Mi diverte – spiega l’autore – vedere come una frase banale, abusatissima, possa diventare comica se straniata e usata in un contesto diverso. 
Con l’osservazione fine e minimale anche delle frasi che ripetiamo tutti i giorni, possiamo sfidare la mortale oppressione della banalità, trafiggendola con una giocosa risata”.

 Simona Tarzia

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search