Arrivano gli zombie ma non è un film

 In Costume & Società
Il Mefedrone, o droga degli zombie, è conosciuto anche come Miaow Miaow, MMCat, Meph, è uno stimolate empatogeno, cioè un composto chimico semi-sintetico che riduce i freni inibitori. Ha gli stessi effetti dello Speed, dell’MDMA (ecstasy), della cocaina e del metilone. È un derivato del metacatinone e strutturalmente correlato al catinone (il principio attivo della pianta del Khat).
Insomma, una vera e pericolosa schifezza in pillole.
Il costo del Mefedrone è piuttosto basso, circa 30 euro a dose e questo ha favorito la sua diffusione, soprattutto tra i giovani.
Nonostante sia vietato in Italia dal 2010, in “rete” si trova e viene pubblicizzato come fertilizzante per piante o sali da bagno o sostanza per ricerca botanica.

I danni del Mefedrone
A parte i sintomi fisici come insonnia, tensione muscolare, dolori articolari, tachicardia, aumento della pressione sanguinea, difficoltà respiratorie, nausea, vomito e disturbi gastrointestinali, dermatiti, tremori e convulsioni, questa droga induce effetti psicologici come l’aumento dell’aggressività, comportamenti violenti, ansia, paranoia, depressione e allucinazioni.
Insomma una bella lista di disturbi che aumentano con l’uso di queste sostanze e che portano inevitabilmente alla morte di chi le consuma.
Abbiamo preso ad esempio il Mefedrone ma sono moltissime le sostanze che vengono spacciate ai giovani nelle discoteche dove lo sballo è diventato convenzione e i controlli sono difficili da eseguire.
Alcolici e droghe leggere fanno il resto.

Il fitness artificiale
La droga ha cambiato la sua funzione negli anni, è diventata un «mezzo» per affrontare la realtà e non più un modo per fuggirle.
Una scelta al servizio del successo personale, della produttività nella vita professionale dove perfomance elevate, facilità nella socializzazione e abbattimento delle inibizioni rappresentano un viatico verso l’affermazione sociale. Un bene di consumo come tanti altri, utilissimo per stare al passo con traguardi che impongono una sorta di fitness artificiale continuo.
E poiché risultati e traguardi vengono già imposti nella fase dell’adolescenza, i nuovi consumatori di droghe sono i giovani e spesso i giovanissimi.
Ecstasy, derivati anfetaminici, cocaina.
Un folto campionario di nuove droghe pulite che hanno soppiantato siringhe ed eroina, che avevano, nella loro drammaticità, il vantaggio di rendere riconoscibili i consumatori.

fp

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search