Angelo Elio Barabino in mostra ad Albissola Marina

 In Cultura

Alle ore 18 di sabato 17 giugno si inaugura al Circolo degli Artisti di Albissola Marina la mostra “Angelo Elio Barabino a Pozzo Garitta”. Presentata da Luciano Caprile, rimarrà aperta al pubblico fino al 2 luglio tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle17 alle 22.

Negli spazi della storica fornace che, grazie all’impegno di Antonio Licheri, continua ad accogliere autori il cui spirito creativo si nutre di una terra ligure densa di umori e parca di gesti, le opere di Angelo Elio Barabino trovano una adeguata collocazione. Come scrive Luciano Caprile nel testo che accompagna l’evento, “egli usa la materia pittorica alla stregua di un prezioso tramite adatto a raccontare l’aspra dolcezza di un paesaggio che ci appartiene nell’anima, che ci determina e ci marchia in modo inesorabile. (….) Barabino impasta e dispiega i suoi colori come se dovesse ogni volta ricondurre lo spirito della sua terra nel territorio, anche tattile, della suggestione”. In tale contesto nascono i suoi paesaggi che profumano sempre di mare e il mare, quando appare, si comporta come uno stato d’animo in continua mutazione: consuma le rocce e chiama a specchio le fronde che si stagliano contro il tramonto. Un discorso a sé meritano le barche lasciate riposare in un mutevole riverbero di luce: sembrano significare un ritrovato equilibrio dell’esistenza. Invece le nature morte, un altro dei temi preferiti, esibiscono talora un senso di caducità o l’effimero trionfo della bellezza nella sfioritura delle rose recise e accolte nella trasparente liquidità di un vaso.   Il tutto si compie dunque nella logica di un cammino di scavo interiore e di proposizione formale che sigilla il tempo e lo rende lontano da ogni opinabile misura: Barabino conduce ogni gesto a se stesso e quindi a noi che godiamo della sua arte. E che l’attuale rassegna alimenta e conferma.

 

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search